Le grandi icone storiche del design d’arredo. 1° Puntata

“Design masterpieces”, i grandi pezzi del design storico contemporaneo. RP Design Group è un rivenditore di riferimento per l’arredo di design selezionando da anni fra i migliori esempi di design nel mondo. Inoltre RP disegna e produce delle proprie linee di arredo, molto apprezzate dalla nostra clientela.

Eero Saarinen 1950

Poltrona e divani a due o tre posti.

Disegnate per le lobbies degli edifici della General Motors Technical Center presso Warren, Michigan, il sistema di sedute composto da poltrone e divani a due, tre e quattro posti rispondeva ad una esigenza di rappresentatività negli allestimenti d’interni che Saarinen ricercò attraverso lo specifico richiamo alle sedute delle auto di serie, note per il confort, per la qualità delle imbottiture e delle finiture. La ricerca tecnologica, che permea tutto il progetto architettonico, trova in questi prodotti un ulteriore opportunità di sperimentazione. Il progetto elabora l’immagine di una seduta a pozzetto inclinato, sospesa all’interno di un telaio tridimensionale tramite la costruzione di una scocca autoportante, collegata in modo meccanico alla base in acciaio. La difficoltà di ottenere tramite lo schienale ed i braccioli una superficie completamente orizzontale, unitamente a quella di far aderire gli imbottiti alla scocca, che presenta diverse angolazioni, sono probabilmente alla base di due diverse serie di disegni costruttivi, facenti parte dell’archivio dell’architetto Eero Saarinen, donato nel 2002 allo studio Kevin Roche John Dinkeloo and Associates LLC. Alla Yale University. Un prototipo della poltrona è esposto al Moma. All’interno degli edifici della General Motors Technical Center, progettati da Saarinen, sono ancora presenti alcuni originali delle sedute, delle panche e dei tavoli. Queste riproduzioni, costruite sulla base dei disegni originali e dei pezzi ancora esistenti, sono le prime ad essere ancora realizzate dagli anni ’50 e le uniche presenti sul mercato.

eero saarinen divano

Charles Eames

Poltrona e poggiapiedi 1955-56

Insieme alla “BARCELONA” di Mies e alla Chaise Longue di Le Corbusier rappresenta una delle longue chairs più famose del ‘900. La base a cinque razze in fusione di alluminio rappresenta il primo pezzo in pressofusione disegnato da Eames.

Charles-Eames-poltrona-pelle-bianca-palissandro-big

IL PADRE DELL’ARCHITETTURA CONTEMPORANEA

Le Corbusier

Tavolo tube d’avion

Come altri progetti di Le Corbusier il tavolo fu presentato al Salon d’Automne des artistes décorateurs di Parigi nel 1929 come parte dell’ “Equipement interieur d’une habitation”. Per la struttura venne utilizzato u profilo ellittico d’uso aeronautico, il cui difficile reperimento, e la complessità delle lavorazioni, furono tra le ragioni che non fecero approdare il tavolo al catalogo Thonet. Come altri progetti di Le Corbusier, anche questo fu “riscoperto” da Heidi Weber nel 1959.

Oggi la struttura è disponibile sia in acciaio laccabile in diversi colori, che in legno. Quindi un tavolo con una struttura accostabile sia ai materiali freddi che ai più caldi. Il basamento in tubolare che un tempo aveva carattere di assoluta novità oggi è ormai un elemento caratteristico sia della produzione industriale che artigianale. Questo tavolo con piano in cristallo è disegnato con una maestria che lo rende tutt’oggi un pezzo di attualità negli allestimenti d’interni di case, spazi aziendali e commerciali.

Le Corbusier Tavolo_LC6 in legno2

TRA DESIGN E SPERIMENTAZIONE

Harry Bertoya

Diamond Chair 1952

Sedia e poltrona con struttura cromata in tondino di acciaio saldato.

Cuscino amovibile in pelle o tessuto.

Scultore, italiano di nascita, Harry Bertoya fu membro della Cranbrook Academy of Art. A questa importante istituzione sono legati alcuni tra i più importanti designers del ‘900 tra i quali Eero Saarinen, Charles Eeames, Ray Kaiser e Florence Shust Knoll. Bertoia insegnò alla Cranbrook nello stesso periodo in cui Charles Eames era direttore di dipartimento di disegno sperimentale. Inevitabile il travaso di conoscenze e suggestioni reciproche, che portano Bertoia a presentare le sue sedute circa un anno dopo l’uscita della sedia con struttura a filo metallico di Eames. Pur utilizzando materiali e tecniche analoghe, le sedute di Bertoia raggiungono un risultato plastico del tutto diverso da quello che caratterizza la sedia di Eames. La poltrona in filo di metallo cromato di Bertoia tutt’oggi ben si sposa in contesti contemporanei come gli allestimenti d’interni di cucine con area pranzo, aree break aziendali, negozi,

diamond chair di harry bertoia2

Folke Jansson 1955

Arabesk

Sembra una morbida metamorfosi tra una sedia treppiede ed una poltrona Arabesk è un esemplare di design scandinavo. La seduta è alta da terra 37 cm. Questa seduta è disponibile in tessuti di fabbrica in molti colori. Ben si ambienta come poltroncina negli allestimenti d’interni delle camere da letto per grandi e piccini.

arabesk-easy-chair-b

Arabesk

Arne Jacobsen 1955

Sedia impilabile con struttura in tubo d’acciaio cromato fissato alla scocca con viti. Tappo di chiusura laccato. Piedini in PVC interni ed esterni. Sedile e schienale in faggio curvato disponibile in varie finiture tra cui i laccati.

sedia-bambini-design-arne-jacobsen

La più nota e diffusa tra le sedie disegnate da Arne Jacobsen appartiene ad uno dei filoni più fertili della sua ricerca. Posteriore di tre anni rispetto alla “ant”, viene disegnata contemporaneamente assieme ad altri modelli quali le sedie impilabili 3103, 3123 e “tongue”. La ricerca formale condotta negli anni da jacobsen, unitamente al tentativo di perfezionare il confort delle sue nuove sedute, porteranno l’autore a rielaborare il tema della sedia con scocca in compensato e base in tubolare metallico attraverso altri modelli posteriori: a “grand prix “ del 1957 e la sedia impilabile “Seagull”, disegnata nel 1969, che può essere considerata il punto di arrivo di questa sperimentazione.

 

9 comments

  1. Pingback:Handsfree Blog Site Income

  2. Pingback:Vanessa Smith

  3. Pingback:download google chrome

  4. Pingback:mozilla firefox free download

  5. Howdy would you mind stating which blog platform you’re using?
    I’m planning to start my own blog soon but I’m having a tough
    time choosing between BlogEngine/Wordpress/B2evolution and Drupal.
    The reason I ask is because your design seems different then most blogs and I’m
    looking for something completely unique. P.S Sorry for being off-topic but I had
    to ask!

  6. Hi, Neat post. There is a problem with your web site in web explorer, could check this?
    IE still is the marketplace leader and a big portion of other people will
    pass over your great writing due to this problem.

  7. You are so awesome! I do not believe I’ve truly
    read through something like this before. So great to find someone with genuine thoughts on this
    topic. Seriously.. thank you for starting this up.
    This site is one thing that’s needed on the internet,
    someone with a little originality!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

io non sono un robot *