Porte rasomuro per ambienti più ampi

IL BELLO E’ FAR APPARIRE SOLO LO SPAZIO

Per scelta dei materiali finiture colori e stile le porte generalmente rischiano di apparire come elementi di discontinuità visiva con le superfici e i materiali della casa, i volumi architettonici. Le porte con i coprifili più tradizionali pur mettendo in collegamento spazi contigui rompono però la prevalenza materica e architettonica di muri e volumi.

Le moderne esigenze architettoniche, progettuali o di design, rendono, in certi casi, necessario mantenere la superficie murale ” integra”, quasi che la porta dovesse scomparire.

 

PERFETTA INTEGRAZIONE

La porta raso muro a battente, è progettata per nascere dalla parete stessa in cui è inserita e da essa riceve materiali e valori ma, soprattutto, continuità e spessore. Le porte raso muro non contrastano con la scelta dei materiali e degli arredi perchè giocano un ruolo neutro nella composizione architettonica.

L’effetto raso muro può essere studiato anche per altre aperture come ante/botole di accesso a controsoffitti o cavedi impiantistici per ottenere il massimo effetto di uniformità dello spazio.

A porta 1

CARATTERISTICHE TECNICHE

La struttura in alluminio si integra perfettamente con l’anta resistente e leggera perché tamburata. I pannelli dell’anta possono essere tinteggiati di qualsivoglia colore, Sul telaio in alluminio in costa alla porta può essere preparato qualsiasi fondo di colore in continuità con quello che verrà applicato sull’anta nella fase finale dei lavori di ristrutturazione. Solitamente il colore è proprio quello bianco murario.

Le cerniere a scomparsa, regolabili su tre assi permettono di registrare la rotazione della porta. Disposte lungo la costa sono praticamente invisibili.

Queste porte sono predisposte per montare qualsiasi tipo di maniglia. Sono dotate di chiudiporta automatico, integrato nelle cerniere, di paraspifferi inferiori per un migliore isolamento acustico e di elettro serrature. La struttura può, inoltre, contenere il materiale fonoassorbente che sceglierà il progettista in base ai requisiti richiesti.

LE PORTE RIENTRANO NELLE DETRAZIONI FISCALI

con le relative opere murarie.

Il Consiglio dei Ministri con decreto legge ha prorogato di altri 6 mesi (31/12/2013) le detrazioni fiscali del 50% per interventi di ristrutturazione edilizia ed In aggiunta ha introdotto una ulteriore detrazione sempre nella misura del 50% delle ulteriori spese documentate per l’acquisto di MOBILI finalizzati all’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione (art. 16 del D.L.31/05/2013).

Possono continuare a godere delle detrazioni fiscali per interventi di ristrutturazione edilizia in sintesi la detrazione fiscale del 50% riguarda tutte le spese sostenute per gli interventi di manutenzione straordinaria , per le opere di restauro e risanamento conservativo e per i lavori di ristrutturazione edilizia effettuati sulle singole unita’ immobiliari residenziali di qualsiasi categoria catastale con un tetto per singola unita’ di euro 96.000,00 (fino al 31/12/2013).

Guarda  dei  nostri  lavori Vieni a trovarci o scrivici

 

3 comments

  1. Heya i’m for the primary time here. I found this board and I find It truly helpful
    & it helped me out much. I’m hoping to offer something again and aid others such as you aided me.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

io non sono un robot *