Nuova pelle per i tuoi pavimenti. La scelta dei materiali sottili senza rimuovere il vecchio pavimento

Dare un nuovo spirito allo spazio attraverso una oculata scelta dei materiali. Pochi ma dalla grande personalità. Il pavimento è una componente funzionale ed estetica fondamentale di ogni spazio vissuto interno od esterno.

Gli esperti del settore conoscono oramai il concetto di “costruire sul costruito” che si applica dagli esterni (come ad es. i rivestimenti di facciata) agli interni come i pavimenti di cui vorremmo parlare oggi.

BELLEZZA E…QUESTIONE DI MILLIMETRI

Pavimentare su un pavimento già esistente è la scelta che offre indubbi vantaggi economici e di cantiere ed è fattibile purché vengano verificate alcune condizioni come:

– In primis verificare che si possano ricavare almeno 5mm d’aria (il parquet richiede 10mm) tra il vecchio pavimento e tutti i serramenti compresa l’eventuale blindata per aumentarne lo spazio da terra con un lavoro di accorciamento dell’anta o le eventuali porte finestre in alluminio. Ad ogni modo la condizione vincolante è riuscire o no ad intervenire sulle porte.

– Il tipo e le condizioni del pavimento esistente su cui posare.

Ad esempio è possibile posare un parquet sopra marmette o gress, non è possibile posarlo sopra un altro parquet o una moquette… Un pavimento dissestato difficilmente permette un buon lavoro di posa, è quindi necessario rasare tutto in quota con appositi prodotti.

– Verificare se sia possibile rimuovere agevolmente gli zoccolini senza rovinare gli intonaci.

LA SCELTA DEI MATERIALI

La Pietra

Il Gress come la pietra. Oggi questo materiale grazie alle tecnologie (stampe 3D) che riescono ad imprimere fedelmente un immagine tratta dal mondo della natura, si riesce a raggiungere un aspetto visivo uguale a quello della venatura di certe pietre (non solo marmi) o se si vuole anche dei legni (questi però rimarranno freddi al tatto e con fughe differenti da quelle solitamente tipiche della posa dei parquet)

Le lastre Slimtech della Lea sono spesse solamente 3mm e raggiungono formati massimi di 3×1 metri. Le lastre sono rinforzate da una maglia in fibra di vetro che ne limita la flessione. Posate con 2mm di colla raggiungono uno spessore di soli 5mm ma un grande impatto estetico.

basaltina_slimtech_living

Moquette di ultima generazione

Rivoluzionarie moquette e linoleum testurizzati marmo. La Forbo è arrivata sul mercato con delle moquette a pelo corto dal design elegante ed accattivante. Potete testare il materiale: è particolarmente resistente all’abrasione, resistente al fuoco, non assorbe nessun tipo di liquido ed è quindi difficile che conservi cattivi odori. Ogni materiale sia della serie flotex (tessuto flottante) che Marmoleun (linoleum effetto pietre e marmi) è completamente anallergico.

Cork_linoleum

22166-u609100c35

images

I Microcementi resinosi

Se si ama le grandi superfici continue, materiche, senza nessun tipo di fuga, forse la scelta dei materiali in micro cemento con una bella colorazione potrebbe essere al vostro caso. L’impasto steso mantiene solo 3mm di spessore scegliendo tra effetti lucidi, nuvolati o acidificati.

rinnovare superfici esistenti su differenti supporti (calcestruzzo, autolivellante, ceramica, legno..) senza necessità di rimuoverle.

La percentuale di componente resinosa lo rende estremamente resistente alle sollecitazioni climatiche e all’usura, facile da pulire e veloce da realizzare e ha una resa perfetta anche su pavimenti radianti. E’ applicabile come finitura anche sulle pareti mantenendo nel tempo la sua colorazione originaria grazie alla notevole resistenza ai raggi UV.

Chi ha un occhio di riguardo alla scelta dei materiali che riducano il più possibile l’impatto sull’ambiente può optare sui micro cementi in quanto sono formulati in base acqua.

paviemnto_continuo_effetto_cementizio_ristorante

 

 

 

 

 

 

 

L’alluminio

Se si amano i materiali dal “sapore” un po’ high tech e si vuole dare un tono di esclusività ad un ambiente come la cucina, ma anche un ufficio od una reception l’azienda italiana Irial produce lastre in alluminio di 3mm che subisce trattamenti di spazzolatura ed anodizzazione che gli danno personalità. La stessa azienda sempre in alluminio propone composizioni di mosaici con tessere spazzolate, lisce, lucide e di spessori leggermente differenti che gli conferiscono un carattere ogni volta diverso…

MOSAICOALLUMINI IRIALACQUEFORTI

 

 

Parquet

I tempi di posa del parquet flottante sono particolarmente rapidi. Come già evidenziato è fondamentale accertare che il tipo e la condizione del pavimento esistente ne consenta la posa. Gli ambienti su cui deve essere posato il parquet devono mantenere un umidità ideale compresa tra il 40% ed il 60%. Prima del parquet viene steso un panno fonoisolante

e la sola colla in uso viene applicata nella maschiatura delle doghe.

 

Guarda  dei  nostri  lavori Vieni a trovarci o scrivici

 

3 comments

  1. Hi there, i read your blog occasionally and i own a similar one and i was just curious if you get a lot of spam remarks?
    If so how do you protect against it, any plugin or anything you can advise?
    I get so much lately it’s driving me insane so any support is very much appreciated.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

io non sono un robot *